Lettera di presentazione: come non farsi cestinare

La lettera di presentazione può essere un valido alleate per trovare lavoro perché consente di approfondire le motivazioni per cui ti stati proponendo per quella specifica posizione.

Solitamente viene scritta direttamente all’interno della mail con il curriculum in allegato ma, soprattutto nel caso di candidature online, può essere anche semplicemente allegata attraverso specifici form.

Prima di iniziare a scriverla raccogli alcune informazioni fondamentali sull’azienda e pensa alle caratteristiche che possono esserti utili per ottenere il posto desiderato.

Cosa non può mancare

Una lettera di presentazione efficace deve necessariamente contenere:

  • Dati del mittente (nome, cognome, numero di telefono ed indirizzo mail),
  • Dati del destinatario (è consigliabile indirizzare la lettera al responsabile della sezione, così da attirare la sua attenzione e persuaderlo a continuare a leggere);
  • Luogo e data aggiornati;
  • Consenso al trattamento dei dati personali (si fa riferimento al d.lgs 196/2003).

Cosa deve contenere una lettera di presentazione

La lettera di presentazione non deve essere pensata come un commento al curriculum o un’auto-introduzione, ma deve essere scritta per incuriosire il lettore e spiegare alcuni aspetti fondamentali della propria candidatura (quando siamo disponibili per essere contattati o per lavorare e le caratteristiche per cui potremmo essere indicate per ricoprire una determinata posizione).

Solitamente il contenuto della lettera viene diviso in tre differenti paragrafi.

Il primo contiene informazioni riguardanti il chi siamo e le qualità che possediamo.

Il secondo è la parte più importante della lettera perché è quello a cui l’esaminatore dedica più attenzione. All’interno di questo devono essere spiegate le motivazioni che ci hanno spinto a rivolgerci a quell’azienda, gli obiettivi che vogliamo raggiungere nel breve – lungo periodo e come, secondo noi, questo lavoro può essere utile per raggiungerli.

L’ultimo paragrafo è quello dei ringraziamenti e delle conclusioni.

In questa parte non dobbiamo mai dimenticare di ringraziare il lettore per la sua attenzione e di utilizzare specifiche frasi che indichino la nostra disponibilità per un successivo colloquio.

Non aspettare

Se ti sei presentato per una condidatura spontanea e non sei stato ancora ricontattato a distanza di una settimana non aver paura di farti sentire.

Una semplice chiamata in azienda può essere utile per ricordare all’esaminatore la tua lettera di presentazion ed aumentare le chance di essere presi in considerazione.

Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi